Orata al forno con carciofi

Orata

Ciao a tutti!
Questa sera ho preparato un piatto davvero semplicissimo, veloce e molto gustoso; ora ve lo racconto!

Ingredienti per 2 persone:
– 2 orate di circa 400 gr.
– 150 gr di carciofi (cuori)
– succo di mezzo limone
– olio qb
– sale qb
– prezzemolo qb

Preparazione:
Puliamo e laviamo accuratamente le due orate. Saliamo l’interno delle pance e mettiamo uno spicchio di aglio privato della pellicina.
Prepariamo il salmoriglio mischiando un po’ di olio, il succo di limone, il sale e il prezzemolo con una frusta. Mettiamone un po’ sul fondo di una pirofila. Disponiamo poi i due pesci e i carciofi tagliati in fettine sottilissime.
Inforniamo tutto in forno già caldo a 180 gr e lasciamo cuocere per 25 min circa (controllate sempre la cottura del pesce prima di toglierlo dal forno).
Questo piatto si più accompagnare con delle succulente patate cotte al forno, come vedete nella foto.
Buon appetito!!!

Petto di pollo al cartoccio secondo me!

CartoccioPollo!

Questa è una ricetta davvero semplice che mi è venuta in mente l’altra sera: avevo del pollo in frigo ma proprio non mi andava di farlo alla piastra! Ho fatto questa ricetta semplicissima, ma molto gustosa!

Ingredienti:
– 2 fette di pollo grandi
– 200 gr di carciofi (cuore)
– 4 pomodori ciliegino
– salvia qb
– rosmarino qb
– sale qb
– olio (un filo)

Preparazione:
Prendete la carta argentata e distribuite sopra i cuori di carciofo a fettine sottilissime. Adagiate i sopra la fettina di pollo. Ricopritela con altre fette di carciofi sottilissime, 2 pomodori tagliati a pezzettini, la salvia e il rosmarino. Salate e aggiungete un filo d’olio.
Chiudete il cartoccio e infornate a 180 gr per mezz’ora.
Facile no?
Buon appetito!!!

Dolce alle zucchine

Dolce alle zucchine

Questa meraviglia è un ottimo sistema per liberarsi delle zucchine che rimangono nel fondo del frigorifero e che non sappiamo più come riciclare.
In questo modo possiamo dare una risposta alle domande: cosa mangio a colazione? Cosa do ai bimbi per merenda? E’ anche un’ottima scusa per concederci qualcosa di dolce e non troppo pesante! 😉

Ingredienti:

Ingredienti per una torta da 24/26 cm di diametro:
– Farina (00, 300 gr)
– nocciole 100 gr (pesate con il guscio; sono buonissime quelle di Caprarola, hanno un gusto molto deciso)
– Zucchero (250 gr)
– Uova (3)
– Zucchine (romane, 300 gr)
– Lievito chimico in polvere (1 bustina)
– Vanillina (1 bustina)
– Olio di semi (di mais, 150 ml)

Preparazione:

Iniziamo lavando le zucchine, eliminando le estremità e grattugiandole con una grattugia a fori larghi; mettiamole da parte in una ciotola. Sbucciamo e rompiamo le nocciole con un frullatore (lasciamo i pezzi un po’ grandi, così le sentiamo meglio nella torta) e uniamole alle zucchine. Sbattiamo le uova intere con lo zucchero, fino ad ottenere un composto ben chiaro e spumoso, poi aggiungiamo la farina 00, il lievito e la vanillina ben setacciati. Aggiungiamo metà dell’olio di semi, mescolando bene per amalgamarlo, incorporiamo le zucchine grattugiate e le nocciole e l’altra metà di olio. Mescoliamo tutto e versiamo il composto ottenuto in una tortiera di 24/26 cm imburrata e infarinata o coperta da carta da forno. Cuociamo la torta di zucchine per 40 minuti circa a 180°C. a questo punto copriamola con la carta di alluminio e proseguiamo la cottura per altri 20 min. Lasciamola raffreddare prima di servirla.
Buon appetito!

Ciao a tutti!

Buongiorno cari amici!

Oggi ho deciso di inaugurare la mia nuova carriera di blogger e, per farlo, ho scelto un argomento che in questi ultimi anni mi sta appassionando tantissimo: LA CUCINA!

So che non mancano siti sull’argomento, io per prima ne sono un’assidua lettrice, ma, per quanto mi riguarda, penso non siano mai abbastanza: è vero che si possono trovare ricette di qualsiasi cosa… ma credo che ognuno di noi, quando prova a fare un piatto, anche in modo impercettibile, mette sempre qualcosa di suo… i motivi possono essere i più vari: mancano alcuni ingredienti nel frigo e il supermercato è già chiuso, c’è un ortaggio che proprio non sopportiamo… oppure, e questo è spesso il mio caso, sentiamo la necessità di dare qualcosa di personale alla ricetta! Il mio carattere è molto indipendente e mal sopporta di fare qualcosa che altri hanno stabilito; quindi, quasi sempre, quando mi accingo a seguire una ricetta, sento la necessità di cambiare qualcosa. Voglio che il piatto sia “mio”, che esprima il mio essere.

Qui voglio lasciare una panoramica di alcune ricette semplici e veloci, ma sono sicura che ognuno di voi, partendo da queste, ne creerà altre, sempre ottime. La cucina racconta sempre qualcosa di noi se, mentre lavoriamo, usiamo il cuore.